ASTA GUTAI ALLA CHRISTIE'S HK

Mostre, eventi e manifestazioni nel mondo dell'arte
brunog
Master Senior
Master Senior
Messaggi: 546
Iscritto il: mar 22 giu 2010, 15:27
Località: ROMA

Re: ASTA GUTAI ALLA CHRISTIE'S HK

Messaggioda brunog » sab 22 nov 2014, 23:15

Ho dimenticato di ricordare che il movimento Gutai è stato costituito nel 1954 e si è sciolto definitivamente nel 1972!!!

brick
Novizio
Novizio
Messaggi: 3
Iscritto il: mar 4 nov 2014, 17:34

Re: ASTA GUTAI ALLA CHRISTIE'S HK

Messaggioda brick » sab 22 nov 2014, 23:33

il tuo discorso non regge perchè shiraga ha una produzione uniforme mentre shimamoto ha una produzione eterogenea ( buchi, tele, imbuti etc.). Puoi paragonare due opere eseguite con la medesima tecnica ma non puoi fare confronti tra gli hole ed i bottle crah. Mi sembra evidente che il mercato stia premiando le tele ed abbia dimenticato i buchi ovvero che stia premiando l'estetica a discapito della storia...ma non ci si può fare nulla....

EXTRA53
Leader
Leader
Messaggi: 689
Iscritto il: mar 22 giu 2010, 11:27
Località: BRESCIA

Re: ASTA GUTAI ALLA CHRISTIE'S HK

Messaggioda EXTRA53 » dom 23 nov 2014, 1:07

Ciao Bruno,
Il mercato di Shimamoto da oggi è' cambiato radicalmente,quello che succederà da domani non è prevedibile. Mi aspetto grosse novità anche su altre tipologie ... Buchi e imbuti
Sono d'accordo con te quando parli di anni storici e anni recenti ma il fascino dei bottle crash non hanno confronto con i buchi ( secondo me ) anche se del 1958. L'opera di HK e quella di Udine trovo siano di categoria superiore , senza paragoni, solo l'imbuto può competere.
Inoltre il confronto lo puoi fare con opere della stessa fattura : vediamo un bottle crash di epoca Gutai mettiamolo in asta e prepariamoci a prezzi stratosferici. Poi sicuramente la speculazione fa il suo lavoro e su questo non ho dubbi.
Un saluto

EXTRA53
Leader
Leader
Messaggi: 689
Iscritto il: mar 22 giu 2010, 11:27
Località: BRESCIA

Re: ASTA GUTAI ALLA CHRISTIE'S HK

Messaggioda EXTRA53 » dom 23 nov 2014, 9:26

Altra considerazione : il Maestro, purtroppo, non ha lasciato una grossa quantità di opere. Mancano all'appello decide d'anni di produzione, se esiste qualcosa forse uscirà nel tempo ma per ora non c'è traccia. Questo per dire che la produzione degli anni 90 riveste grande importanza, grandi capolavori sono stati fatti in questo periodo.
Dicono gli esperti che di crash bottle degli anni 90 ne sono stati fatti circa 40 ... Io ne ho visti 5 o 6 posso assicurare che sono stupendi e trovo sia coerente la valutazione attuale ... anzi è appena l'inizio.
BUON GUTAI

brick
Novizio
Novizio
Messaggi: 3
Iscritto il: mar 4 nov 2014, 17:34

Re: ASTA GUTAI ALLA CHRISTIE'S HK

Messaggioda brick » dom 23 nov 2014, 10:25

non discuto la valutazione, che il maestro sicuramente merita, ma lasciatemi dire che è un pò strano più che decuplicare nel giro di pochi giorni quello che già era un top price. Voglio dire...di solito si assiste ad un rastrellamento delle opere e poi a un'impennata delle quotazioni ( di solito raddoppiano come ha fatto shiraga e poi continuano a crescere in maniera costante). Invece fino a 15 giorni fa simili opere si acquistavano sotto i 50k e alcune di queste addirittura andavano invendute e ora fanno quasi 1 mil di dollari...boh??? Non voglio essere scettico, nè mettere in discussione l'immenso valore dell'artista, ma aspetterei altre battute d'asta...artesegno già ci darà il polso della situazione...e secondo me torneremo a quotazioni ottime ma...terrene. Buon Gutai a tutti

gabriga
Senior Member
Senior Member
Messaggi: 117
Iscritto il: mer 11 gen 2012, 23:45

Re: ASTA GUTAI ALLA CHRISTIE'S HK

Messaggioda gabriga » dom 23 nov 2014, 11:23

Da quanto mi risulta Christie's e Sothebie's é due anni che stanno rastrellando ....... forse dopo la semina é tempo di raccogliere i frutti ??

brunog
Master Senior
Master Senior
Messaggi: 546
Iscritto il: mar 22 giu 2010, 15:27
Località: ROMA

Re: ASTA GUTAI ALLA CHRISTIE'S HK

Messaggioda brunog » dom 23 nov 2014, 11:41

Salve a tutti gli amici. A questo punto chiedo ad Artesegno di aprire un nuovo spazio, dedicato come accade su altro sito (finanzionline) alla discussione sull'investimenti nell'arte.
Perché scusatemi, dalle risposte che ho letto qui non si parla più come accadeva anni or sono di arte, di pensiero, di stesura manifesto Gutai, di battaglie contro Fontana, di interventi della Monroe che scopre che i buchi sono di Shimamoto del 1950 (su carta) e non di Fontana, che la storia è storia, che le opere che contano sono quelle dal al (inizio e fine movimento Gutai), che il pensiero dei Maestri Gutai, era il come e non il quale, mi spiego ma chi è appassionato di Gutai lo sa negli odi me, dipingere per la filosofia Gutai non era il supporto, o il tipo di materiale usato, era il pensiero l'espressione. Potrei andare avanti con chilometri di pensieri Gutai. Poi arriva un giorno, fatto di numeri, e li si scopre la debolezza dell'essere umano. Si perché quei numeri non sono di statistiche, ne di anni, ma sono numeri di denari, e davanti ai denari l'uomo rinnega tutto. Questo è il classico esempio che un politico un religioso un artista un critico un collezionista, davanti al Dio denaro, dimentica tutto. Come si fa a dire che le opere bottle crac sono più importanti dei buchi solo perché sono su tela e sono più ruffiane. Come si fa a dire che gli imbuti sono più importanti dei buchi se sono stati sperimentati anni dopo. Con questo non voglio dire che gli imbuti o i primi bottle crash sparati con il cannone sono opere secondarie, Mai! Sono state eseguite tra il 54 e il 72 quindi pieno pensiero e manifesto Gutai. Vorrei a questo punto sapere cosa ne pensano gli amici del forum delle opere di De Chirico degli anni 70 molto più ruffiane di quelle degli nani 10, oppure Alviani anni 2000 meglio degli anni 70, oppure Mathieu del 2010 molto più ruffiane del 50, gruppo Enne meglio le opere di quando si sono sciolti che quelle del 60. Potrei andare aventi all'infinito. Per chiudere ovviamente senza polemica con gli amici, perché questo è e spero rimanga un forum di amici che si confrontano. Poi per sputtanare quelli che stanno facendo questo giochino su Shimamoto, vado sull'altro forum.

Saluti e buon Gutai a tutti ma quello che va dal 1954 al 1972 poi le altre sono solo opere dei singoli artisti che nulla hanno a che vede con il manifesto Gutai!!!

brunog
Master Senior
Master Senior
Messaggi: 546
Iscritto il: mar 22 giu 2010, 15:27
Località: ROMA

Re: ASTA GUTAI ALLA CHRISTIE'S HK

Messaggioda brunog » dom 23 nov 2014, 11:47

ps.ricordo che di buchi dal 54 al 62(quelli veri non post) non si arriva a 30!!! Mentre di bottle crash…...

gabriga
Senior Member
Senior Member
Messaggi: 117
Iscritto il: mer 11 gen 2012, 23:45

Re: ASTA GUTAI ALLA CHRISTIE'S HK

Messaggioda gabriga » dom 23 nov 2014, 12:02

Bruno io la penso esattamente come te, anche io ritengo che gli hole siano decisamente piu importanti degli ultimi crash bottle, ma ho come la sensazione che il mercato sia pieno di questi ultimi,io per dire non riesco a capire anche come tra l'Itami presente in asta e crash bottle ci sia una differenza cosi importante di quotazione, ok stiamo parlando di un'acquarello su tela senza cocci di vetro però eseguito ancora in Giappone, cosa ha in meno concettualmente rispetto alle altre opere dello stesso genere che troviamo anche in asta a ben altre cifre ? Sempre di getto di colore su tela si tratta uno eseguito con bicchieri di plastica l'altro eseguito con bottiglie di vetro, se mi date una spiegazione ve ne sarò grato

EXTRA53
Leader
Leader
Messaggi: 689
Iscritto il: mar 22 giu 2010, 11:27
Località: BRESCIA

Re: ASTA GUTAI ALLA CHRISTIE'S HK

Messaggioda EXTRA53 » dom 23 nov 2014, 12:16

Io posseggo opere di epoca Gutai nelle varie espressioni, questo per chiarire che non sono di parte.
Di buchi ne esistono ben più di 30 nel mondo, anzi è una delle realizzazioni più presente almeno sul mercato. Nessuno rinnega l'importanza della produzione dell'epoca Gutai , ci mancherebbe, ma ho anche detto che da domani il mondo Shimamoto cambierà e molto, vedrai che anche i buchi si rivaluteranno. Mi sembra giusto però esprimere che i lavori degli anni 90 li trovo particolarmente piacevoli. Mi danno emozione. Il buco non mi da la stessa sensazione.
Credo però che stiamo facendo un processo troppo in anticipo. Christie's ha fatto incetta di opere Gutai e adesso sta cominciando a raccogliere i frutti. Se domani esce con un buco del 58,che sicuramente possiede, tutto questo discorso e' bello che finito. Il valore del maestro non è in discussione anche se alle spalle e lo dico in maiuscolo C'È UNA OPERAZIONE COMMERCIALE !!! Perché gli altri geni della pittura contemporanea non hanno avuto il turbo alle spalle ???
Ben venga il " giochino " se finalmente avremo la rivalutazione tanto attesa e tanto in ritardo di Shimamoto.
Un saluto
Franco


Torna a “Mostre ed eventi”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti