consultivo duemiladodici

Aspetti commerciali, esiti d'asta e quotazioni dell'arte in Italia e nel mondo
artebrixia
Master Senior
Master Senior
Messaggi: 267
Iscritto il: dom 22 ago 2010, 9:17
Località: BRESCIA

consultivo duemiladodici

Messaggioda artebrixia » ven 19 apr 2013, 20:27

Consultivo 2012.
Acquisti più cauti e una forte polarizzazione del mercato descrivono la situazione attuale, con le migliori prestazioni relegate nella fascia più alta delle opere di qualità e gli artisti più noti. Per questo motivo il mercato europeo è quello che ha risentito maggiormente dell’incertezza economica, in quanto la maggior parte delle vendite sono incentrate su opere di minor valore, ovvero la fascia più debole nel mercato.

È tempo di report per il mercato dell’arte, con TEFAF, Artprice e Deloitte che hanno pubblicato il proprio resoconto sul 2012. Un comparto sempre più legato agli eventi economici (leggasi fiere e aste) e all'espansione e distribuzione della ricchezza globale.

Il report uscito in occasione della storica e prestigiosa TEFAF di Maastricht ha messo in evidenza come l’incertezza dell’economia globale abbia influenzato il mercato dell’arte, con una contrazione del 7% nel 2012 ($55.7 miliardi), dettato soprattutto dal calo delle vendite in Cina. Considerata il motore della crescita, il suo mercato ha registrato un calo del 30%, controbilanciato però da un aumento del 5% delle vendite negli Usa, che hanno ripreso la loro quota di mercato risalendo al 33% (+4% rispetto al 2011), $18.4 miliardi, mentre la Cina è scesa al 25% ($13.5 miliardi).
Il Regno Unito rimane terzo con il 23% (+1%).

Torna a “Mercato dell'arte”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite