crisi nell'arte o evasione ?????

Aspetti commerciali, esiti d'asta e quotazioni dell'arte in Italia e nel mondo
artebrixia
Master Senior
Master Senior
Messaggi: 267
Iscritto il: dom 22 ago 2010, 9:17
Località: BRESCIA

crisi nell'arte o evasione ?????

Messaggioda artebrixia » mar 4 dic 2012, 19:12

Da tempo ci si interroga sulla crisi che ha intaccato l’arte.
Personalmente ritengo che per il cosiddetto ceto medio, quei collezionisti che spendevano dai 5 ai 10 mila euro all’anno, la questione può essere anche reale e giustificata dalla crisi.
Ma apriamo gli occhi senza voler da buoni italiani mettere la testa nella sabbia!
Per quei collezionisti che trovavano nell’arte uno sfogo nei loro investimenti, ben più elevati che i 10 mila euro, non vogliamo considerare il timore dei redditometri e degli spessometri introdotti dal fisco?
E non vogliamo quindi aprire gli occhi sull’evasione che ormai si era incancrenita da tempo nel sistema arte, in Italia? :shock: :o

Quanti di noi si sono trovati in arte fiere, o da galleristi, o da mercanti (di cui ancora non riesco a comprendere la differenza, ma è un mio limite) per essere educatamente invitati nella saletta accanto, con la prospettiva di fare una “vendita fra privati”?
Oppure di fatturare la metà della richiesta iniziale, ovviamente eludendo parte di IVA?

A nessuno?
NON CI CREDO… :liar: :liar:
Ed oggi stiamo qui a lamentarci se il mercato degli artisti nazionali privi di respiro internazionale non avranno prospettive nel futuro.
E ci credo, l’abbiamo generato noi questo sistema perverso. :hand: :doh:
Se il mercante fatturasse regolarmente al gallerista, il gallerista fatturasse regolarmente al collezionista, forse in questa situazione OGGI non ci troveremmo.
E aggiungo GLI ARTISTI!
Per i viventi, ovviamente, è tutto stato regolare?
Pagano le imposte per le vendite che effettuano?

Vabbè,
Sarà che i tedeschi e gli austriaci questo problema non se lo pongono,
sarà che i quei paesi il mercato soffre un po’ meno
ma finché continueremo a cercare di risparmiare quel 21% di IVA di fronte all’amico gallerista, non faremo che soffocare il mercato. :doh:
E poi lamentiamoci se le case d’asta continuano a portarci le stime sempre al ribasso… :violin: :violin:
Povera Italia,
povera Grecia,
non impareremo mai. :naughty: :naughty:

brunog
Master Senior
Master Senior
Messaggi: 546
Iscritto il: mar 22 giu 2010, 15:27
Località: ROMA

Re: crisi nell'arte o evasione ?????

Messaggioda brunog » mer 5 dic 2012, 22:38

Caro Alessandro concordo con te, anche perchè quel 21% evaso lo paghiamo tutti noi contribuenti!!!
Ciao

Claudiaus
Forumista
Forumista
Messaggi: 25
Iscritto il: mer 30 giu 2010, 16:12

Re: crisi nell'arte o evasione ?????

Messaggioda Claudiaus » gio 6 dic 2012, 18:02

Se tutti ci rendessimo conto che se vogliamo migliorare la società dobbiamo partire da noi...evitando il nero, richiedendo scontrino e/o fattura ecc. ecc.
Quello che manca è uno spirito nazionale condiviso. Finchè non parte una rivoluzione di comportamenti dal basso la situazione non migliorerà mai.

ARTER
Senior Member
Senior Member
Messaggi: 210
Iscritto il: mer 25 mag 2011, 7:07

Re: crisi nell'arte o evasione ?????

Messaggioda ARTER » sab 8 dic 2012, 17:14

Premesso che,
sono d'accordo con voi,non potrebbe essere altrimenti,ma la realtà è diversa,in fase di definizione del prezzo,quando si prospetta un taglio di ...(esempio)3-4mila euro,per un piccolo collezionista,sono soldini importanti.
Ripeto,poi possiamo fare tutti i discorsi etici che vogliamo.

AngeloM.
Senior Member
Senior Member
Messaggi: 79
Iscritto il: mer 23 giu 2010, 14:57
Località: Roma

Re: crisi nell'arte o evasione ?????

Messaggioda AngeloM. » sab 8 dic 2012, 19:39

ARTER ha scritto:Premesso che,
sono d'accordo con voi,non potrebbe essere altrimenti,ma la realtà è diversa,in fase di definizione del prezzo,quando si prospetta un taglio di ...(esempio)3-4mila euro,per un piccolo collezionista,sono soldini importanti.
Ripeto,poi possiamo fare tutti i discorsi etici che vogliamo.



Quoto ARTER

ARTER
Senior Member
Senior Member
Messaggi: 210
Iscritto il: mer 25 mag 2011, 7:07

Re: crisi nell'arte o evasione ?????

Messaggioda ARTER » sab 8 dic 2012, 21:03

Ciao Angelo,
il tuo "quoto arter",credo sia positivo...la pensi come me?

brunog
Master Senior
Master Senior
Messaggi: 546
Iscritto il: mar 22 giu 2010, 15:27
Località: ROMA

Re: crisi nell'arte o evasione ?????

Messaggioda brunog » sab 8 dic 2012, 21:56

Certo poi sono sempre gli stessi a pagare. Quindi Italiani non vi lamentate se aumenta la pressione fiscale!!! la colpa non è di Monti ma di noi stessi. I discorsi etici contano eccome. Difatti questo è il tipico comportamento italiano. Sai risparmio 1000-2000-3000€ ho fatto il colpaccio, poi chi se ne frega se domani aumenta 10cent. la benzina o il pane, tanto io ho fatto il colpaccio, il gallerista ha guadagnato ha frodato il fisco(cioè tutta la comunità). Pagare le tasse è un dovere di tutti!!! Andate in America a fare un discorso del genere!!!GALERA e fanno bene.
Pagate il giusto e fatevi fare sempre le fatture, ne guadagnere in termini legali (ricordatevi che un opera oltre la documentazione archivio o autentica va sempre giustificata con regolare fattura)
Saluti

artebrixia
Master Senior
Master Senior
Messaggi: 267
Iscritto il: dom 22 ago 2010, 9:17
Località: BRESCIA

Re: crisi nell'arte o evasione ?????

Messaggioda artebrixia » dom 9 dic 2012, 9:29

brunog ha scritto:Certo poi sono sempre gli stessi a pagare. Quindi Italiani non vi lamentate se aumenta la pressione fiscale!!! la colpa non è di Monti ma di noi stessi. I discorsi etici contano eccome. Difatti questo è il tipico comportamento italiano. Sai risparmio 1000-2000-3000€ ho fatto il colpaccio, poi chi se ne frega se domani aumenta 10cent. la benzina o il pane, tanto io ho fatto il colpaccio, il gallerista ha guadagnato ha frodato il fisco(cioè tutta la comunità). Pagare le tasse è un dovere di tutti!!! Andate in America a fare un discorso del genere!!!GALERA e fanno bene.
Pagate il giusto e fatevi fare sempre le fatture, ne guadagnere in termini legali (ricordatevi che un opera oltre la documentazione archivio o autentica va sempre giustificata con regolare fattura)
Saluti


Bravo !!! :clap:

ARTER
Senior Member
Senior Member
Messaggi: 210
Iscritto il: mer 25 mag 2011, 7:07

Re: crisi nell'arte o evasione ?????

Messaggioda ARTER » dom 9 dic 2012, 10:46

Caro brunog,
ho premesso che sono d'accordo sul fatto che,sarebbe l'ideale chiedere sempre la fattura di ciò che acquistiamo,nel nostro caso di opere d'arte,ma purtroppo ho specificato che non sempre è così,perchè davanti ad un risparmio di qualche migliaio di euro,il collezionista spesso cede,magari pagassero tutti regolarmente!Quindi non ho bisogno della tua morale,se voleva esserlo,altrimenti siamo d'accordo.

AngeloM.
Senior Member
Senior Member
Messaggi: 79
Iscritto il: mer 23 giu 2010, 14:57
Località: Roma

Re: crisi nell'arte o evasione ?????

Messaggioda AngeloM. » dom 9 dic 2012, 14:12

Caro ARTER, il mio era un consenso,
poi mi piacerebbe un attimo dire la mia sul quesito posto da Alessandro che da il titolo alla discussione.
Qui non si stava discutendo se fosse giusto o non giusto pagare le tasse, ma se la causa del periodo di crisi del mercato dell'arte fosse legato eventualmente a questo fenomeno.
Pertanto demagogia e populismo credo sia bene lasciarli da parte, perche' ognuno di noi conosce e rispetta lel leggi della nostra Repubblica.
Io non credo che la crisi nel mercato dell'arte sia dovuta all'evasione perpetrata qui , come in tutti i settori dell'economia Italiana, fino ad oggi , da soggetti piu' o meno qualificati.
Molto spesso si e' potuto giocare sulla scarsa consapevolezza di molti collezionisti sulle norme che regolano le vendite nel mercato dell'arte.
Questo e' accaduto negli passati in maniera molto diffusa, diritto di seguito, Libro dei preziosi, iva con il regime del margine, dichiarazione per altri redditi, ed altre regolette varie.
Chi si attiene alle regole oggi cosi come nel passato puo fare il proprio lavoro senza timori, chi continua a perseverare nell'ottica degli anni passati oggi deve stare molto attento ai giusti controlli.
Il mercato dell'arte e le regole che ne regolamentano le attivita' ad esso connesse sono sempre le stesse da alcuni anni, oggi lo stato cerca di farle applicare cosi come sta cercando di fare in tutti i settori di impresa.
La crisi e' generata da un diffuso timore, che vede il mercato dei beni di lusso come un invito ad accertamenti fiscali e quant'altro, ma non e' cosi soprattutto se uno le tasse le ha sempre pagate ed i propri redditi congrui alle spese che sostiene.
Chi ha la possibilita' di acquisire Arte o qualsiasi altro tipo di bene di lusso non ha nulla da temere se puo' in ogni momento giustificare la spesa, diverso sarebbe se un disoccupato o un pensionato acquisisse opere e beni per migliaia di euro senza poter giustificare come.
Ora se sia giusto o no essere controllati su tutto, se il proprio capitale debba essere "nazionalizzato", se prelevare mille euro debba costituire un pre reato fiscale, e tutto cio a cui stiamo assistendo , non sta a me dirlo.
La crisi e' generale, ed il mercato dell'arte che, ancora oggi costituisce una possibilita' per investire in maniera diversa i propri soldi, rimane nonostante tutto ancora preferibile ad altro.


Un saluto a tutti


Torna a “Mercato dell'arte”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite